Memoria SD Samsung

Samsung memoria SD Piccolo importante aggirnamento. E’ finalmente disponibile la nuova memoria SD Samsung MB-SSBGAEU  che possiede alcune caratteristiche di assoluto rilievo:

1. questa memoria SD è a prova di bagno in acqua salata. Garantisce l’accessibilità alle foto e ai video anche dopo una immersione di ben 24 ore in acqua salata. Attualmente è l’unica scheda di memoria SD che possiede questa capacità.

2. questa memoria SD è garantita per resistere a campi magnetici e raggi X. Anche se altre schede hanno dato prova di tenuta ai raggio X, anche dopo numerosi passaggi sotto gli apparecchi di controllo, nessun produttore di memorie SD ha mai garantito la piena salvaguardia dei dati contenuti nelle schede.

3. quando vi scrivo questa memoria SD è in offerta scontatissima -50%!! Ecco dove trovare l’offerta.

Memoria SD – quale scegliere?

 

Clicca qui per vedere la scheda di memoria SD che preferisco.

La prima domanda che dobbiamo porci è: per quale apparecchio mi serve? Se la scheda di memoria SD mi serve per una telecamera o per una macchina fotografica reflex o per una compatta di alta gamma allora avremo bisogno di una scheda con una velocità di scrittura (dei dati) elevata. Per questo cercheremo una scheda SD in classe (6) o (10). Questo numero è riportato su tutte le schede ed è un ottimo mezzo per valutare la velocità della memoria SD.

Ma perché abbiamo bisogno di una memoria SD “veloce”? Una scheda lenta potrebbe non essere in grado di immagazzinare le informazioni inviate dalla macchina fotografica/telecamera con un conseguente deterioramento delle prestazioni dell’apparecchio. Questo tema è sempre più rilevante man mano che i sensori diventano più performanti e in grado di registrare un maggior numero di dettagli della scena inquadrata. Infatti questi dettagli si traducono in Megabyte e Megabyte di dati che devono essere salvati.

A complicare le cose, spesso i produttori indicano sulla memoria SD informazioni che possono trarre in inganno i consumatori. Troviamo per esempio numeri seguiti da una X (133X, 200x,…) oppure la velocità espressa in MB/s (15 MB/s, 20 MB/s, ….). In ogni caso, per non sbagliare, cerchiamo sempre di orientare la nostra scelta su schede che riportano le classi (6) o (10) se ci serve una memoria SD prestante.

Altro tema è la capacità della scheda. Le memorie SD si sono evolute e si è passati dalle schede SD alle schede SDHC (High Capacity) fino ad arrivare alla schede SDXC e SDHC UHS-I.

La prima cosa da fare è leggere sulle istruzioni dell’apparecchio il tipo di memoria SD compatibile. Tutti gli apparecchi più recenti sono compatibili almeno con le memorie SDHC. Queste memorie hanno una capienza che va dai 2Gb. ai 32Gb. E’ meglio orientarsi su un taglio medio (8/16 Gb.) che ci permette di immagazzinare un discreto numero di foto/filmati senza i costi delle schede più capienti.

In ultimo verifichiamo il formato della memory card (sempre sulle istruzioni dell’apparecchio). Le schede SD vengono prodotte in tre diversi formati (Full size SD, miniSD e microSD) e differiscono solo nella forma e dimensioni.

Riassumendo le caratteristiche che dovrebbe avere la memoria SD adatta per l’uso con telecamere HD, reflex e compatte di fascia alta:

Velocità di scrittura: classe (6) o (10)

Capienza della memoria: 8/16 Gb

Tipo di memoria SD: SD, SDHC, SDXC, SDHC UHS-I

Formato della scheda: FullSD, miniSD, microSD

Se invece la memoria ci serve per un apparecchio meno esigente in termini di velocità di salvataggio dei dati possiamo anche orientarci verso una scheda in classe più bassa (2), (4) che costa di meno a parità di capienza. Per il resto vale sempre quanto detto in precedenza.

Clicca qui per vedere la scheda di memoria SD che preferisco.

Memorie SD – capienza

L’evoluzione delle memorie SD ha visto un incremento della capacità, una diversa organizzazione dei dati ed un incremento della velocità di trasferimento degli stessi.

Dallo standard SD con capacità inferiore ai 2Gb. si è passati all’ SDHC con capacità fino a 32Gb. per arrivare all’SDXC che permette di immagazzinare fino a 2Tb di dati. Quest’ultimo standard è ancora poco diffuso mentre il più utilizzato è l’SDHC (Secure Digital High Capacity). Queste schede utilizzano un file system FAT32 mentre le schede SDXC impiegano il FAT64 (exFAT). Le schede SDHC sono disponibili sia nel formato Full size SD che nei formati miniSD e microSD.

Velocità delle schede di memoria SD

E’ sicuramente il tema più complesso quando si parla di memorie SD. I produttori hanno pensato bene di riportare sulle schede diversi parametri per rappresentare la velocità di trasferimento dei dati. In ogni caso il parametro di riferimento rimane sempre la classe minima di velocità di scrittura. Per le memorie SDHC si va da un minimo di (2) che permette di registrare video in bassa risoluzione per arrivare alle classi (4) e (6) che permettono di registrare video in HD Ready e FullHD. Fino ad arrivare alla classe regina (10) in grado di supportare agevolmente il FullHD e le reflex più prestanti.

Tipo di memoria Classe

Velocità minima di scrittura (in MB/s)

SDHC

2

2 MB/s

SDHC

4

4 MB/s

SDHC

6

6 MB/s

SDHC

10

10 MB/s

Sulle schede che troviamo in commercio i produttori tendono a enfatizzare parametri di velocità diversi rispetto a quello sopra esposto. Viene sempre evidenziata la massima velocità di scrittura e non, come nel caso della classe di velocità, la minima velocità di scrittura garantita. Teniamo presente che la velocità di scrittura su una scheda SD (e non solo) può essere condizionata da vari fattori che ne riducono le prestazioni.  I tempi di salvataggio dei dati possono essere condizionati dalla qualità costruttiva della memoria, dal tipo di operazioni eseguite dall’apparecchio (e dal tipo di apparecchio), nonché dal posizionamento degli altri dati già presenti in memoria. Per questo bisogna soppesare attentamente le doti velocistiche evidenziate dai produttori.

Ad ogni modo, visto che i produttori di memoria SD tendono a indicare alternativamente due parametri di velocità delle schede SD può essere utile la seguente tabella che permettere un agevole confronto dei valori.

Tipo di memoria Velocità massima di scrittura espressa in (MB/s) Velocità massima di scrittura espressa in (numero)X
SDHC

15 MB/s

100X

SDHC

20 MB/s

133X

SDHC

23 MB/s

150X

SDHC

30 MB/s

200X

SDHC

50 MB/s

333X

NB. Consideriamo che la velocità in MB/s è data dalla velocità espressa in (numero)X * 0,15. Per esempio 133X * 0,15 = 50MB/s.

Ma perché si parla sempre di velocità di scrittura e mai di velocità di lettura dei dati? Semplicemente perché il problema della scrittura dei dati è più pressante visto che la memoria potrebbe non riuscire a registrare tutti i dati inviati dall’apparecchio. Questo determina un malfunzionamento dello stesso o al meglio una riduzione delle performances.

In ultimo si segnala la presenza sul mercato di memorie SDHC che utilizzano il nuovo bus di interfaccia UHS-I. Queste schede garantiscono un tranfer rate ancora più elevato (e costano di più) ma è sempre bene verificare la compatibilità con il proprio apparecchio prima di acquistare la memoria. Servono per la registrazioni di video FullHD 3D che notoriamente comportano il trattamento di una notevole mole di dati.

Clicca qui per vedere una di queste schede SDHC UHS-I e relativo prezzo.

Velocità del bus di interfaccia

Per completezza di informazione si riporta la velocità teorica dei diversi bus di interfaccia che caratterizzano le versioni della memoria SD.

Tipo di memoria Bus di interfaccia Massima capacità di trasferimento dei dati prevista dal bus di interfaccia (in MB/s)
SD – SDHC – SDXC Normal speed

12,5 MB/s

SD – SDHC – SDXC High speed

25 MB/s

SDHC – SDXC UHS-I

50MB/s –> 104MB/s

SDHC – SDXC UHS-II

156MB/s –> 312MB/s

MemoriaSD – altre caratteristiche

Alcuni produttori di memoria SD come SanDisk precisano tra le prestazioni di rilievo delle loro schede figurano: l’”advanced Error Correction Code (ECC) engine” (che limita gli errori di scrittura e lettura dei dati) e un’eccezionale resistenza agli agenti esterni “temperature proof, water proof, shock proof, and x-ray proof”.

Nonostante queste rassicurazioni vale sempre la pena ricordarsi di riversare le foto, video e quant’altro su un supporto come il DVD/BluRay (non riscrivibile) che garantisce tempi di conservazione dei dati nettamente maggiori (anni).

Le memoria SD non sono il supporto ideale per conservare dati per lunghi periodi di tempo mentre sono un ottimo compagno per i nostri gadget tecnologici (sempre più compatti e esigenti in fatto di memoria) in ragione della semplicità di utilizzo e dimensioni contenute.

Per la conservazione di foto e video, in alternativa, possiamo l’utilizzare le piattaforme Cloud che garantiscono la ridondanza degli archivi a prezzi molto contenuti permettendo l’accesso ai dati da qualsiasi computer collegato a internet.